Page is loading, just a sec...

Beata Sofia Czeska (1584-1650)

Beata Sofia Czeska
Ascoltando lo spirito del Vangelo ha destinato i propri beni per la formazione dei giovani, ragazze bisognose che sono diventate la sua famiglia e il patrimonio della sua bontà. Diceva spesso che offrendo qualcosa ai poveri e ai bisognosi, si offre anche a Cristo stesso. Il suo grande amore per Dio tramutava in un eroico amore per il prossimo, al quale si dedicava con misericordia e generosità. (…)”.
Angelo Amato , Cracovia – Łagiewniki, il 9 giugno 2013

 

Protettrice di orfani e poveri, coraggiosa organizzatrice che rompeva gli stereotipi tipici della società ottocentesca nella quale viveva. Il suo “intuito della misericordia” le permetteva di scorgere i bisogni dei protetti, sia quei materiali che spirituali.

L'epoca in cui è vissuta era segnata da guerre, epidemie, catastrofi naturali e carestie. Le loro vittime erano orfani che perdevano la tutela. Sofia Czeska ha deciso di prendersi cura delle ragazze orfane e povere.

Ha aperto loro la sua casa in via Szpitalna a Cracovia, dove ha allestito una scuola con collegio e l’ha chiamata Casa delle Vergini della Presentazione della Beata Vergine Maria. Era la prima scuola in Polonia per ragazze, dato che a quei tempi le scuole erano dedicate solo ai ragazzi. Per l’organizzazione e la gestione della Casa degli Orfani, come la chiamavano gli abitanti di Cracovia, ha destinato tutto il suo patrimonio.

Desiderosa di garantire la prosecuzione della sua opera, Sofia ha fondato la Congregazione delle Vergini della Presentazione della Beata Vergine Maria, in polacco chiamate “prezentki”, dal latino praesentatio - sacrificio.

Sofia Czeska è morta all'età di 66 anni. È stata sepolta nella chiesa di Santa Maria a Cracovia, dove oggi riposano le sue spoglie. Il suo cranio è conservato nella cappella laterale della chiesa di S. Giovanni a Cracovia.

L’opera della madre Sofia Czeska è sopravissuta per quattro secoli, è ancora utile e continua a svilupparsi: le suore gestiscono le suole medie, licei, collegi a Cracovia e a Rzeszów, oltre ad asili e casa di accoglienza per i bambini.

I luoghi associati Beata Sofia Czeska (1584-1650):