Page is loading, just a sec...

San Giovanni Kanty (1390-1473)

San Giovanni Kanty
“Il Santo professore sapeva chinarsi e toccare le punta dei rami più sottili” Il frutto del Vangelo giaceva ai suoi piedi quando aiutava un povero a vestire le proprie scarpe, quando gli copriva spalle con il proprio cappotto. Sapeva domandare ad un piccolo bambino perché
piangeva per strada”.
vescovo Giovanni Pietraszko, 1963

 

Una diligenza straordinaria, una mente perspicace, un cuore buono sono le qualità che hanno portato al pio professore amore e devozione, non solo degli studenti, ma anche dei poveri di Cracovia. La sua perseveranza, la pazienza e la prudente gestione del tempo furono un modello per ogni giovane che volesse realizzare qualcosa di importante nella vita.

Nell’Accademia di Cracovia ha ottenuto il grado del master delle arti liberali. È stato ordinato sacerdote e su richiesta dei monaci del Santo Sepolcro di Miechów, vicino a Cracovia, è stato nominato direttore della scuola del convento locale. Ha predicato in polacco e trascriveva le opere, tra gli altri, di S. Agostino. Svolgeva quest’attività per 40 anni, anche dopo il suo ritorno a Cracovia. Il risultato di questo lavoro scrupoloso sono 18.000 pagine di manoscritti frutto dalla sua penna e 28 volumi di codici. Nel 1429 ha iniziato ad insegnare all’Accademia di Cracovia alla Facoltà di Filosofia, per alcuni anni ha svolto funzione del decano della facoltà.

Amore e rispetto dei propri contemporanei guadagnato grazie alla bontà del cuore e la sensibilità per le disgrazie degli abitanti più poveri di Cracovia. Notava i bisognosi e condivideva con loro quel che possedeva al fine di aiutarli. Questa caratteristica della povertà è stata narrata in molte leggende sul San Giovanni di Kęty. Si narra che se durante un pasto arrivava un mendicante, il servitore comunicava: "È venuto un povero". E Giovanni rispondeva subito: "Cristo è venuto" e portava il cibo all’ospite.

Le reliquie di Giovanni Kanty sono custodite nella tomba barocca della chiesa collegiale di S. Anna a Cracovia, cioè la chiesa del centro accademico della città.

I luoghi associati San Giovanni Kanty (1390-1473):